Credo che ogni instancabile viaggiatore abbia una qualche collezione di oggetti presi durante i propri viaggi che custodisce con amore: scontrini, biglietti da visita, sabbie, calamite, cartoline, fotografie, campanelle e molte altre.

Io e mio marito inizialmente, quando abbiamo iniziato a viaggiare, collezionavamo cartoline.
In alcuni posti che visitavamo compravamo la cartolina e poi dietro di essa segnavamo la data del viaggio e dell’hotel in cui avevamo soggiornato. Ne abbiamo collezionate parecchie e ci piace riguardarle ogni tanto ancora adesso. In un post vi mostrerò anche quelle 🙂

La nostra collezione di calamite

Un giorno però abbiamo deciso di cominciare una vera e propria collezione… dato che ci sono sempre piaciute le calamite abbiamo deciso che da quel momento in poi sarebbero state loro il nostro souvenir di viaggio!!

Così, ormai da qualche anno, abbiamo iniziato la nostra collezione di calamite. In ogni posto del mondo che visitiamo, compriamo una calamita, che scegliamo con estrema cura perchè deve rappresentare la nostra vacanza ma senza costare un’esagerazione.

Ogni calamita racchiude ricordi ed emozioni

Appena torniamo a casa attacchiamo la nostra calamita insieme alle altre e ci guardiamo soddisfatti. Quello che per gli altri può essere un semplice souvenir, per noi è molto di più: racchiude una nostra avventura, i nostri ricordi e le nostre emozioni.
I ricordi che si formano durante un viaggio, sono spesso felici e spensierati, anche se non sempre tutto in una vacanza va come ci erano promessi di farlo andare. In ogni caso rimane comunque un ricordo, una parte della nostra vita che abbiamo trascorso lontano da casa, che ci ha fatto ridere, piangere o magari innervosire.

Insomma le nostre calamite tutti i giorni sono sotto i nostri occhi dato che le abbiamo attaccate in cucina e quando le riguardo mi rievocano sempre qualche bel ricordo. Non vedo l’ora di mostrarle a Teddy (tra poco parteciperà anche lui nella scelta della calamita 🙂 ), raccontandogli la storia che ognuna di esse racchiude.

Ce ne mancano parecchie di posti che abbiamo visitato prima di iniziare la collezione, ma sono luoghi abbastanza vicini per farci ritorno. Tra queste c’è una calamita che mi è rimasta sullo stomaco perchè non l’abbiamo acquistata anche se costava pochissimo ed è quella di New York, non so spiegare il perchè non l’abbiamo presa, forse perchè dentro di noi speravamo un giorno di farci ritorno.

D’ora in avanti troverete un post per ogni calamita, nel quale vi racconterò qualche aneddoto e vi scriverò il relativo diario di viaggio.

E a voi cosa piace collezionare?