Maiorca: l’isola dei mulini, dei fari e delle spiagge bianche

Quest’anno abbiamo deciso di trascorrere le vacanze estive a Maiorca e sono rimasta completamente soddisfatta della meta. Non credevo fosse così bella quest’isola!!

Arriviamo al mattino nell’enorme aeroporto di Palma di Maiorca e lì ci attende il tour operator che ci accompagna fino all’hotel in pullman. Durante il trasferimento ho modo di osservare dall’alto questa terra stupenda, per certi versi molto brulla ma per altri molto verde.

maiorca terra

Rimango subito stupita da quanti mulini ci sono, alcuni con le pale che girano e altri fermi. Sono veramente carini da vedere e documentandomi ho scoperto che questi mulini venivano molto usati nell’antichità per estrarre l’acqua dal terreno.

mulini a vento maiorca

Una settimana a Cala Ratjada

Abbiamo soggiornato all’ “Hotel & Spa S’Entrador Playa” situato a Cala Ratjada, a nord-est dell’isola. L’hotel è veramente bello, pulito e dotato di ogni comfort.

Cala Ratjda si trova a circa un’ora e un quarto da Palma di Maiorca ed è un bellissimo paesino con una strada principale ricca di negozietti e locali che porta al porto, dove si possono ammirare barche da pesca, barche a vela e yatch.
Tutto intorno al porto sono presenti ristoranti e si estende una passeggiata lungo mare.

Passeggiata lungo mare

Se si vuole percorrere interamente la passeggiata, sia di giorno che di sera, consiglio di partire da Cala Agulla, costeggiare tutto il mare e arrivare fino alla spiaggia di Son Moll, una bella spiaggia di circa 175 metri che però non ho mai praticato di giorno. E’ stupendo passeggiare qui respirando l’aria di mare e ascoltando le onde che si infrangono sugli scogli.

passeggiata lungomare

Dato che la nostra parole d’ordine per questa vacanza è “relax”, facciamo principalmente vita da spiaggia. Senza però dimenticare di osservare gli usi dei maiorchini, visitare posti alternativi e ovviamente goderci la tranquillità del mare.

Le spiagge

Le spiagge sono tutte libere ma sono presenti alcune zone attrezzate per chi desidera il lettino e l’ombrellone. Io ovviamente ho optato come sempre sulla scelta telo mare rigorosamente appoggiato sulla sabbia e ombrellone comprato nei negozietti locali 🙂

cala agulla

La spiaggia che più frequentiamo è Cala Agulla che si trova a pochi metri dall’hotel, quindi comodissima oltre che stupenda. Una lunga spiaggia di oltre 500 metri con sabbia bianca e un mare celeste con il fondale che degrada lentamente. Per chi vuole, qui ci sono un sacco di attività da fare a prezzi accessibili: dal paddle surf alla canoa, dal pedalò al giro in gommone.

cala agulla

Tutto intorno a Cala Agulla c’è una ricca vegetazione, formata soprattutto da pini marittini, che nasconde lunghi percorsi da percorrere in mountain bike per arrivare a calette poco frequentate come Cala Mesquida, una spiaggia bianca lunga circa 300 metri. Per i più temerari che adorano fare trekking si può arrivare fino alla Torre de Son Jaume in cima al promontorio. Per questioni di tempo noi purtroppo non abbiamo avuto modo di fare queste escursioni.

In tutti i paesi a Maiorca potete trovare comodamente negozi in cui affittano bici, scooter o auto.

Escursione a Playa des Es Trenc

Dopo qualche giorno di spiaggia, abbiamo deciso di fare un’escursione organizzata dal tour operator andando un giorno alla Playa des Es Trenc, la famosa spiaggia “caraibica” a sud dell’isola.
Un mattino siamo partiti con il pullman e in circa un’ora e un quarto siamo arrivati alla spiaggia.

playa des es trenc

L’abbiamo percorsa quasi tutta prima di fermarci, ossia quasi 3 km di strada, superando i tre chiringuitos presenti sulla spiaggia. Il chiringuito è il classico bar sulla spiaggia, ma non possono essercene più di un certo numero per spiaggia.
Siamo stati tutto il giorno a prendere il sole, camminare e fare il bagno lungo questa magnifica costa, circondata da dune e pini. La sabbia è bianchissima e fine, l’acqua cristallina e molto bassa. Ci si può crogiolare al sole dentro l’acqua ma facendo attenzione a non scottarsi.

playa des es trenc

Verso tardo pomeriggio siamo ritornati al pullman e poi all’hotel.
Sono rimasta molto soddisfatta di quest’escursione!!

Escursione al Faro de Capdepera

Dopo qualche giorno, dato il tempo nuvoloso, abbiamo deciso di fare una seconda escursione che è stata invece fai da te (le mie preferite) fino al Faro de Capdepera.
Siamo partiti a piedi al mattino dall’hotel e passando per il lungomare, attraverso un sentiero, ci siamo incamminati nell’altura dove sorge la Torre Cega (chiamata anche Torre Esbucada). Questa torre di guardia era utilizzata nel XV secolo per proteggere la sottostante Cala Rajada.

sentiero maiorca

torre_cega

Abbiamo proseguito lungo il percorso fino ad arrivare allo stupendo Faro de Capdepera. Da quassù si può godere di una vista eccezionale sul mare, osservando alte scogliere e vivendo la natura in mezzo alla vegetazione.

scogliera faro capdepera

faro de capdepera

Dopo aver scattato un sacco di foto al faro, scendiamo per tornare nel centro di Cala Ratjada. Passiamo vicino a Cala Gat, una piccola spiaggetta lunga soltanto 50 metri. Molto carina e caratteristica.

cala gat
Proseguiamo la camminata lungomare arrivando al porto, lo visitiamo di giorno e poi ci dirigiamo alla piazza.

porto cala ratjada

E’ sabato e in centro si possono fare due passi al mercato, evento molto sentito dai maiorchini ma anche ricco di turisti che curiosano tra le bancarelle. Si possono trovare gioielli locali, quadri ma anche vestiti, frutta e verdura. Molto bello da vedere!!

Voglia di tornare a Maiorca

La vacanza a Maiorca è stata una di quelle che mi sono piaciute maggiormente sotto tutti i punti di vista. Si possono trovare divertimento, tranquillità e buon cibo. Gli spagnoli sono sempre solari e simpatici. E’ una meta molto frequentata dai tedeschi, ma sono tutti molto tranquilli.
Il mare e le spiagge sono splendidi. Ci sono tantissime spiagge e calette lungo l’isola sicuramente bellissime e ho visto dalla mappa che sono presenti una miriade di fari. Insomma ho un sacco di cose ancora da vedere. Ma questo è un altro capitolo, che spero di vivere presto 🙂

 

 

More from Cristina

Mercatini di Natale in Trentino

Ci avviciniamo al periodo natalizio e come ogni anno scaturisce dentro di...
Read More