Roma: 3 giorni alla scoperta della città eterna

Roma, la capitale del nostro splendido Paese, una città ricca di storia e di arte: il famoso Colosseo ed il Foro Romano. Piena di trattorie con ottimi cibi da gustare. I parchi, le strade caotiche ma anche le romantiche passeggiate sulla riva del Tevere o a Piazza Navona.

Per essere la prima volta che visito Roma mi prefisso di starci tre giorni, il giusto compromesso per vedere ciò che per me è essenziale e per cominciare ad attingere un po’ di questa città meravigliosa che sprigiona storia da ogni angolo.

La preparazione del viaggio

Come sempre, prima di partire preparo il mio planning per non farmi sfuggire nulla di ciò che mi interessa vedere, mi aiuto come sempre con internet e mi preparo al meglio grazie anche alla guida di Roma che ho comprato.

Decidiamo di partire solamente con la Reflex in modo da avere solo una macchina fotografica ma che effettivamente fa delle foto molto belle. Peccato che solo una volta arrivati a destinazione quando inizieremo a scattare foto scopriremo che l’obiettivo che mio marito si è portato dietro è quello sbagliato: ha preso solo quello che fa un mega zoom!!

L’arrivo a Roma e la sistemazione al b&b

1° giorno:
Ci rechiamo all’aereoporto al mattino e saliamo sull’aereo per recarci in meno di un’ora a Roma Fiumicino. Da qui prendiamo la navetta e scendiamo alla stazione Roma Termini.
Ci incamminiamo, insieme ai nostri trolley, al b&b Principe a dieci minuti dalla stazione, pulito e situato a circa venti minuti dal Colosseo. La zona è abbastanza fuori mano, piena di negozi cinesi e ristoranti indiani. All’inizio può sembrare un po’ strana ma ci si abitua subito, le persone sono tutte tranquille e si fanno la loro vita.

La Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani

Una volta posate le valigie in camera, ci diamo una sistemata e scendiamo. Si comincia il giro partendo da Città del Vaticano che raggiungiamo tramite la metrò.
Essendo ora di pranzo ci fermiamo a mangiare un panino in un bar prima di fare la fila per entrare nella Basilica di San Pietro.

basilica di san pietro

E’ impressionante apprendere tutta la ricchezza e l’arte che questa Basilica racchiude, la sua grandezza, la sua storia. E’ incredibile vederla così da vicino dopo averla vista sempre in televisione da quando sono nata.
Mentre siamo qui visitiamo le Grotte Vaticane nelle quali si possono osservare le tombe dei papi.

Una volta usciti dalla Basilica, assistiamo al cambio della guardia. Percorriamo il lungo colonnato in piazza San Pietro fino a spostarci dietro la basilica e visitare i Musei Vaticani.

guardie vaticano

Premetto che ho visitato i Musei Vaticani perchè essendo minore di 25 anni sono entrata a tariffa ridotta con la tessera universitaria ma avessi dovuto pagare intero non ci sarei entrata, principalmente per ragioni di tempo. Voglio essere sincera, i musei sono strapieni di arte quindi se amate la pittura e la scultura non perdete assolutamente l’occasione di visitarli. Se però non siete molto esperti evitate di spendere ben 16 € e di perdere tempo dato che il museo è molto grande e dispersivo.
Ho voluto vederli principalmente perchè al termine del museo si entra nella splendida Cappella Sistina e devo ammettere che è veramente una meraviglia.
I Musei Vaticani sono veramente estesi, non potete pensare di vedere tutto in un giorno, perciò decidete quali opere vi interessano veramente e dedicatevi a quelle!!

Castel Sant’Angelo e passeggiata lungo Tevere

Finito il giro nel museo, ci spostiamo a piedi verso Castel Sant’Angelo e decidiamo di visitarlo, anche qui grazie alla tessera universitaria entriamo a tariffa ridotta.
Castel Sant’Angelo era stato concepito come mausoleo per l’imperatore Adriano, ma fu completato solo dopo la sua morte. Questo monumento ha avuto anche altri utilizzi ossia come fortezza, prigione e caserma. Per me che sono amante di castelli e fortezze, visitare questo monumento è stato veramente interessante.
Proprio di fronte ad esso si estende Ponte Sant’Angelo che percorriamo dopo aver concluso la visita. Oltrepassiamo in questo modo il Tevere e ci dedichiamo all’altra parte della città.

ponte di roma

Data la mia insistenza nel voler vedere subito il Colosseo (almeno da fuori) passeggiamo fino ad arrivare in quella zona. Eccolì lì, il famoso Colosseo che racchiude ben due secoli di storia. In questo posto ne sono successe di cotte e di crude, dove c’erano battaglie e uccisioni di animali (purtroppo), c’era anche il divertimento per gli imperatori. Mi piace pensare come questo monumento sia resistito in tutti questi anni osservando la vita che scorreva all’interno e al di fuori di esso.
Scattiamo qualche foto al Colosseo e osserviamo da fuori anche il Foro Romano e i Fori Imperiali. Ddomani avremo modo di visitare tutto con calma, ormai è tardi, passiamo in camera a sistemarci e poi andiamo a mangiare.

colosseo

Cena tipica romana

Per la cena decidiamo di fermarci in una simpaticissima trattoria tipica romana: il “Gallo Matto”. Qui mangiamo dei succulenti spaghetti alla carbonara (erano talmente buoni che non si possono dimenticare :)), in compagnia di tantissimi oggetti sistemati dappertutto, dai salumi a oggetti in ferro, bottiglie, insomma di tutto e di più.
Finita la cena, facciamo due passi nella splendida atmosfera che si respira di sera a Roma.

Visita al Foro Romano

2° giorno:
Per arrivare al Colosseo stamattina decidiamo di passare attraverso il Parco del Colle Oppio tra vialetti, alberi e panchine. Mentre siamo in questa zona visitiamo anche la chiesa di San Pietro in Vincoli contenente le catene di San Pietro e nella quale si può osservare il Mosè di Michelangelo.

Ci rechiamo all’ingresso del Foro Romano e facciamo il biglietto combinato con il Colosseo e il Palatino al costo di 12 € a persona, a mio parere molto vantaggioso. Con pochi euro in più decidiamo inoltre di affittare l’audioguida che ci spiega la storia di Roma e di tutte le rovine visibili rimaste.

Il Foro Romano è un concentrato di storia, di arte e di cultura. Ho trascorso una mattinata intera qui osservando nei minimi dettagli ogni rovina, ogni singola pietra rimasta.

foro romano veduta

roma foro romano

La storia di Roma mi affascina molto, mi piace leggere, documentarmi e immaginare cosa c’era prima dove ora sono rimasti solo i resti. In questo sito archeologico potete vedere l’arco di Settimio Severo, il tempio di Antonino e Faustina, il tempo delle vestali, le fondamenta della Basilica Giulia, la Colonna di Foca e l’Arco di Costantino.

roma foro romano roma foro romano

Il Foro Romano è tutto allo scoperto, vi consiglio di portarvi dietro occhiali da sole, cappellino e bottiglietta d’acqua se lo visitate d’estate come me, perchè il sole e l’afa si fanno davvero sentire.

Il Palatino

Dopo aver superato l’Arco di Costantino anzichè andare diritti verso il Colosseo, proseguiamo sul sentiero che svolta a destra per entrare nel Palatino, in questa parte si possono vedere le rovine delle residenze e i palazzi degli imperatori. Non sono rimasta molto soddisfatta di questa parte perchè non è rimasto granchè da vedere.

roma palatino

L’imperdibile Colosseo

Prima di entrare nel Colosseo ci mangiamo qualcosa comprato dai paninari distribuiti attorno al monumento e poi ci mettiamo in fila per la visita. Nel biglietto combinato non abbiamo l’estensione per visitare i sotterranei ma ci accontiamo lo stesso di vedere questa meraviglia e con uno sfondo di cielo azzurrissimo scattare un sacco di bellissime foto.

colosseo interno

Sono rimasta molto soddisfatta di questa visita e vi consiglio di non perdere questa occasione unica!!

A spasso per la città tra piazze e monumenti

Usciti dal Colosseo ci spostiamo a vedere quello che è rimasto del Circo Massimo: ossia niente. Non aspettatevi di trovare delle rovine. Dove prima sorgeva questa immensa struttura dedicata alle corse con i cavalli e ai giochi, ora è rimasta solo la conformazione scoscesa del terreno ricoperta di erba.

Mentre siamo nei paraggi andiamo ad addocchiare la bocca della verità e l’Arco di Giano e facciamo due passi fino al Campidoglio dove al centro della piazza è possibile ammirare la statua di Marco Aurelio a cavallo. Visitiamo inoltre l’Altare della Patria, l’imponente monumento nazionale ospitante la tomba del milite ignoto.

altare della patria

Mentre ci avviamo verso il Pantheon non dimentichiamo di osservare palazzo Montecitorio, Palazzo Chigi, l’Obelisco e la Colonna di Marco Aurelio.

Il Pantheon e Piazza Navona

Il Pantheon, ossia il tempio dedicato agli dèi poi divenuto chiesa cristiana, è un esempio di architettura classica dall’enorme cupola decorata da cassettoni. L’insolito foro centrale è l’unica fonte di luce, da qui entra però anche la pioggia che viene subito incanalata nel tombino al centro del pavimento. Tutte queste caratteristiche lo rendono un monumento unico.

Usciti dal Pantheon ci dirigiamo in Piazza Navona. Le splendide fontane, gli artisti di strada sparsi qua e là rendono questa piazza solare, mondana e la mia preferita di Roma. Le viuzze sparse tutte attorno meritano di essere visitate, si possono trovare negozi e locali molto carini.

piazza navona

via di roma

Decidiamo infatti di cenare in una viuzza proprio accanto a Piazza Navona al ristorante pizzeria “S.P.Q.R.” con i bucatini all’amatriciana, la qualità è buona ma il locale non compete con quello della prima sera.

Esprimere un desiderio

Alla sera vediamo Piazza Navona illuminata e poi ci spostiamo fino alla Fontana di Trevi dove, come vuole il rito, lanciamo la monetina mentre siamo di spalle.
Torniamo in hotel a riposarci per affrontare l’ultimo giorno.

L’elegante Piazza di Spagna

3° giorno:

Questa mattina andiamo diretti in zona Piazza di Spagna e scattiamo qualche foto lungo la famosa scalinata, poi la risaliamo per visitare Trinità dei Monti. Da quassù inoltre si puù godere di una vista spettacolare su Roma.

trinità dei monti

roma panorama

Facciamo due passi lungo Via dei Condotti con i negozi delle grandi marche, ma dati i prezzi sbalorditivi non ci sogniamo neppure di fare shopping.
Proseguiamo invece nelle viuzze lì intorno dove si possono trovare dei bei negozietti alla moda con prezzi alla portata di tutti.

Ancora qualche cosa da vedere

Ci spostiamo fino all’enorme Piazza del Popolo. Al centro di essa si trova l’obelisco che un tempo si trovava nel Circo Massimo. Da una parte è visibile la Porta del Popolo che veniva utilizzata dai romani dato che un tempo era l’unico accesso alla città, mentre dall’altra parte sono presenti due chiese una accanto all’altra.

Torniamo a Piazza Navona per vederla ancora una volta e mangiamo una pizza per pranzo nello stesso locale della sera precedente e poi diamo ancora uno sguardo alla Fontana di Trevi con la luce del giorno.

fontana di trevi

Torniamo al b&b per riprendere il bagaglio, è tempo di ritornare a casa, anche questa volta soddisfatti e felici di aver scoperto una nuova città fantastica nella quale spero di far presto ritorno!!

roma_panorama roma_ponte2

Vi consiglio di girare Roma a piedi il più possibile per vederne i dettagli, scoprire dei bei negozietti per fare shopping oppure locali carini per degustare qualche specialità romana accompagnata da un buon bicchiere di vino. Potete trovare in base ai vostri gusti locali chic oppure le tipiche trattorie romane.

Roma è stupenda in ogni ora del giorno. Girando di giorno verrete affascinati dalla sua storia e attingerete un sacco di cultura dato che ne è disseminata ovunque e di notte potrete scoprire i graziosi scorci, le piazze illuminate e la sua vita mondana.

 

 

More from Cristina

Ricetto di Candelo: il Borgo di Babbo Natale

In questo periodo dell’anno, in uno dei borghi più belli d’Italia, il...
Read More