Hurghada: 5 cose da fare

Dopo avervi fatto conoscere le immersioni che si possono fare ad Hurghada ed avendo vissuto anche altre belle esperienze in questo posto, vorrei sintetizzarle in una classifica. L’ordine chiaramente è casuale, in quanto hanno rappresentato per me i punti saldi di questa splendida località balneare.

Devo ricordare che pur non superando secondo me la nostra bella Italia, Hurghada e le altre località egiziane, trasmettono un qualcosa di magico.

Mahmya

Famosa località balneare dislocata in un posto paradisiaco sul piccolo arcipelago delle isole Giftun. In quest’isola regna solo la sabbia bianchissima di origine corallina e il mare incontaminato. Per i turisti sono state costruite delle semplici costruzioni a basso impatto ambientale utilizzando principalmente resti di palme.

hurghada mahmya

Come dicevo quest’isola è suddivisa in due isolotti: Giftun El Saghier e Giftun El Khebier. L’isola di Giftun è visibile da Hurghada lungo i suoi 45 km di costa e rappresenta un bellissimo paesaggio naturale. Le isole di Giftun fanno parte delle isole dichiarate parco marino nel 1955.
A Mahmya è possibile prendere il sole (senza scottarsi), rilassarsi all’ombra sorseggiando una bevanda rinfrescante oppure facendo snorkeling.

hurghada snorkeling

Motorata nel deserto

Il nord Africa è famoso per lo sconfinato deserto del Sahara. Questo deserto però non arriva come ce lo immaginiamo noi fino alle coste del Mar Rosso, in quanto la sua corsa viene interrotta dall’imponente fiume Nilo. Dal Nilo fine alle coste esiste comunque un deserto, ma non di sabbia bensì di rocce.
E’ possibile affittare praticamente qualsiasi tipo di mezzo dalle due alle quattro gomme per sfrecciare in percorsi naturali o ricreati dall’uomo tra rocce, sabbia, piante e arbusti. Per quanto mi riguarda ho optato per un quad di discreta cilindrata.

hurghada motorata deserto

Il tour è durato 3 ore e consente di ammirare e vivere al pieno un’emozione unica e adrenalinica. Per ben due volte ci hanno fatto fare sosta in accampamenti beduini, nei quali ci hanno concesso di fumare con i loro narghilè (tabacco alla mela, che bontà) e di bere il loro mitico thè alla menta.

Escursione a Luxor

Anche se non è vicinissima alla città di Hurghada, Luxor merita sicuramente una visita.
Si trova nella Valle del Nilo e anticamente era la capitale dell’Egitto. E’ una delle mete preferite dai turisti che viaggiano alla scoperta dell’archeologia egizia. L’attuale città di Luxor si trova sulla riva orientale del Nilo, mentre la parte occidentale era la casa dell’antica capitale dell’Egitto, Tebe.

luxor egitto

Praticamente tutte le compagnie turistiche propongono questo genere di escursione. Solitamente (purtroppo) viene fatta in giornata e quindi si parte da Hurghada molto presto (ore 04:00 del mattino) in quanto sono necessarie quasi cinque ore di pullman.
Dato che quasi la totalità del viaggio viene percorsa in mezzo al deserto roccioso e dato che esiste solo una tappa al centro (un punto ristoro/wc), per questioni di sicurezza, l’esercito egiziano preferisce scortare colonne di decine e decine di pullman in un volta sola. Questo per garantire come ho detto la sicurezza, ma anche per ovviare a probabili problemi tecnici al singolo pullman che in ambienti così caldi potrebbe portare conseguenze anche gravi.

Luxor mi è talmente piaciuta che mi è impossibile descriverla in questo post, ne dedicherò uno esclusivamente a questa meta.

Gita in barca

Approfittando come già detto per Mahmya del fatto di avere un arcipelago di isole, considerato parco marino protetto, è possibile apprezzare la bellezza delle coste e del mare incontaminato facendo un giro in barca. Si trovano offerte di tutti i tipi, dalle barche a vela alle barche a motore.
Molto affascinante è il tour con la barca dal fondo di vetro. Devo ammettere che fa abbastanza impressione vedere “il vuoto” o “la sabbia” stando comodamente seduti, ma è sicuramente una cosa da non perdere! In questo modo anche i meno capaci ad affrontare questo tipo di acque potranno godersi al pieno questo spettacolo sommerso.

hurghada fondale

Non è raro, durante un’escursione del genere, imbattersi in delfini.

Escursione a El Gouna

El Gouna è una località balneare simile ad un grande villaggio turistico, posta a 30 km da Hurghada. Le case sono tutte fatte nello stesso stile tradizionale egiziano e distribuite intorno ad una laguna artificiale. E’ un piccolo paradiso (simile alla palma di Dubai), perfettamente pulito e si visita esclusivamente per le vacanze.

hurghada el gouna

Si viaggia da Hurghada, in barca, per raggiungere il porto di El Gouna. Con un’altra barca si va a fare una passeggiata nella laguna per ammirare questo sito celeste. Poi con l’autobus si va a scoprire il centro vivace di El Gouna per fare il classico shopping (giusto per non perdere il vizio).

Written By
More from Enrico

Langhe et Roero pour les touristes français

Les provinces de Cuneo et Asti il y a Langhe, région historique...
Read More