Pranzo invernale senza latte tipico della tradizione lombarda

Questa settimana sul blog torna a trovarci Laura di Una Vita senza Latte per deliziarci con due ricette senza latte, tipiche della tradizione lombarda, da cucinare alla domenica per un bel pranzo in famiglia. Un pranzetto ideale da preparare quando non si è in viaggio, magari in una giornata d’inverno fredda e uggiosa, in cui si ha voglia di stare in casa.

Pranzo light invernale senza latte

Durante l’inverno si sente il desiderio e anche l’esigenza di mangiare piatti più sostanziosi e corposi, spesso però i piatti invernali contengono burro o panna. Per questo motivo vi lascio qualche idea per un pranzo invernale leggero e senza latte, partendo dalla ricetta del risotto alla milanese senza latte o burro.

Il risotto alla milanese

Ma voi sapete che c’è una ricetta del celebre risotto alla milanese depositata al Comune di Milano con una delibera che le attribuisce la qualifica di De.Co. (Denominazione Comunale)? Altrimenti il risotto non può chiamarsi alla milanese.
La ricetta originale, oltre al midollo e al brodo di manzo, prevede una buona dose di burro. Io ovviamente l’ho dovuta rivisitare per renderla adatta a chi è intollerante al lattosio, ma ritengo sia buona lo stesso.
Solitamente uso il brodo vegetale al posto di quello di carne, ma è solo un mio gusto personale.

risotto alla milanese

Ricetta del risotto alla milanese

Ingredienti per 4 persone:
1 bustina di zafferano
320 grammi di riso Carnaroli
1 cipolla tritata
1 litro di brodo vegetale
80 grammi di Grana Padano
Acqua q.b
Sale q.b.
Olio evo q.b.

Preparazione:
Prima di tutto preparate il brodo vegetale, ve ne servirà un litro. Tenetelo da parte, vi servirà durante tutta la preparazione del risotto alla milanese.
In una padella con un goccio d’olio mettete la cipolla, precedentemente tritata. Fatela soffriggere e lasciatela stufare per 10-15 minuti, aggiungendo con un mestolo il brodo per non far asciugare il soffritto. La cipolla dovrà essere trasparente e morbida.
Nel frattempo, in una ciotola mettete un po’ di brodo e la bustina (o i pistilli) di zafferano. Mescolate e lasciatelo in infusione per almeno 15 minuti.
Una volta che la cipolla sarà stufata, potete versare il riso. Fatelo tostare per 3 o 4 minuti.
Adesso cuocete il riso per circa 18 minuti, aggiungendo di tanto in tanto il brodo, un mestolo alla volta. I chicchi devono essere sempre coperti, man mano che il brodo verrà assorbito dal riso.
Arrivati a cinque minuti prima del termine della cottura, versate lo zafferano che avevate messo in infusione. Mescolate per bene. Il riso diventerà del colore dell’oro!!
Una volta terminata la cottura spegnete il fuoco, aggiustate di sale e mantecate con il formaggio grana grattugiato e un goccio d’olio d’oliva.
Mi raccomando non usate il vino, perché il suo sapore finirebbe per non far sentire quello delicato dello zafferano.

E adesso il dolce senza latte…

E dopo il risotto, vi lascio la ricetta per dei biscotti alle mandorle senza latte e burro che potete preparare anche con i bambini. Il dolce sulla tavola degli italiani non può mai mancare.

biscotti alle mandorle

biscotti senza burro

Ricetta dei biscotti alle mandorle senza latte e burro

Ingredienti per circa 50 biscotti:
100 grammi di farina 00
100 grammi di albume
100 grammi di zucchero
100 grammi di mandorle intere

Preparazione:
Portate il forno preriscaldato a 180° in modalità ventilata.
In una ciotola unite lo zucchero e gli albumi e montate il composto a neve. Unite ora la farina setacciata, mescolando dal basso verso l’alto, stando attenti a non smontare il composto.
Ora aggiungete le mandorle intere, distribuendole uniformemente.
Rivestite uno stampo da plumcake con la carta da forno. Versate il composto all’interno e infornate per circa 25 minuti.
Sfornate il plumcake ed estraetelo dallo stampo. Adagiatelo su una griglia per farlo raffreddare.
Una volta raffreddato, con un coltello molto affilato affettate il plumcake ricavandone dei biscotti molto sottili.
A questo punto adagiate i biscotti su una teglia da forno ricoperta di carta da forno e fateli tostare in forno ventilato a 160°.
Una volta raffreddati, si posso mangiare.
I bambini si divertiranno ad aiutarvi a mescolare le mandorle al composto e poi a mangiare i biscotti.

Written By
More from Cristina

Gressoney-Saint-Jean: un’oasi verde con vista sul Monte Rosa

La Valle d’Aosta è una regione fantastica e ogni volta che la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.