Vacanze all’Isola d’Elba

Da quando i miei genitori ci hanno trascorso due fantastiche vacanze estive si sono completamente innamorati di questa meravigliosa terra: l’isola d’Elba!!

Oggi posto sul blog il racconto di mio papà che vi farà immergere in questa deliziosa isola facendovi scoprire le meraviglie che nasconde, da quelle più comuni a quelle più insolite. Buona lettura!!

Diamo inizio alla vacanza

Quando la grande nave salpa da Piombino con, nell’enorme pancia, centinaia di auto parcheggiate in ordine, ci si avvia verso una nuova avventura. Abbandoniamo la terra ferma (o “il continente”, come dicono gli elbani) per arrivare, dopo circa un’ora di mare nell’ospitale isola d’Elba.

L’attracco o arrivo è a Portoferraio, la più grande cittadina dell’isola. La città dove Napoleone visse per un periodo in una grande casa con giardino, a monte, con una splendida vista a mare.

villa di napoleone

Già conosciuta sin dall’antichità, al punto che proprio qui o appena in periferia, si possono trovare ancora i resti di enormi case romane, visitabili dai turisti, come per esempio la Villa Romana delle Grotte, a pochi chilometri da Portoferraio.

portoferraio

Il porto è un’industria mai ferma. E’ un viavai di enormi traghetti che caricano e scaricano continuamente auto e autocarri, alternati a quelle poche compagnie di trasporto navale, dai vivaci colori, che solcano il mare sino alla Corsica e alla Sardegna.
Qualche volta arrivano delle grandi navi da crociera tipo “costa riviera”, che per qualche ora ti riempiono il porto di un enorme massa bianca, al punto di dividere in due la città.

Il viandante che si trova a percorrere le stradicciole più o meno strette, serpeggianti, in su e giù, che portano ai vari centri abitati dell’Elba, può apprezzare tutta la natura selvaggia ed incontaminata che l’isola offre. Qui la mano dell’uomo è stata applicata con molta razionalità ed intelligenza.
Nell’isola c’è tanta vegetazione naturale con poche case, posate là in mondo preciso, per non rovinare il paesaggio.

Spiagge e natura

L’Elba offre all’amante del mare (e non) diverse prospettive. In pochi chilometri, ci si può trovare in spiagge di sabbia o di ghiaia o di pietre bianche o di scogliere, ovunque con un mare limpido ed amico, che rende le tue vacanze una vera favola.

mare elba

Madre Natura ha fatto sì di unire la vegetazione in molte specie di piante, che vanno dagli uliveti ai canneti, a piante grasse, a palme, a fichi d’India, a cespugli sempreverdi, a pini marittimi, il tutto a formare una macchia a volte sporca ma non inquinata, dove sotto di essa vivono molte specie animali nel proprio habitat, tra le quali, i cinghiali, che arrecano purtroppo danni incalcolabili, vista la grande quantità sempre in aumento e un sempre più difficile modo per tenerne il controllo, da parte delle autorità competenti. C’è comunque da stare tranquilli, che durante il giorno non se ne vedono in giro, almeno sulle strade percorribili.
Grandi appezzamenti sono occupati da bassi vigneti, ordinati in curati filari, geometricamente perfetti a vista d’occhio, distesi nelle vallate.

elba vegetazione

Le spiagge e i paesi da noi visitati

Marina di Campo è una grande cittadina moderna con un’enorme spiaggia di sabbia fine a semicerchio.

marina di campo
Rio nell’Elba è molto suggestiva con i suoi numerosi viottoli a salire e scendere, collegati fra loro e nascosti dalle case secolari di questo grande paese che osserva il mare da lontano.

A qualche chilometro a scendere si arriva a Rio Marina, piccolo paese con il porticciolo ed un lungo molo, dove si trova la torre dell’orologio. C’è pochissimo spazio di spiaggia tra i frangiflutti composti da enormi massi. In questo luogo è stata trovata una vecchia miniera, attualmente museo dei minerali.

La spiaggia della Biodola è una suggestiva spiaggia di sabbia finissima di qualche centinaio di metri, dove in stagione, attira un mondo di gente. Qui al mattino il sole ti è alle spalle e quindi è facile ammirare alla sera un meraviglioso tramonto sul mare.

La spiaggia di Cavoli è piccola ma sempre affollata, la sabbia è fine e l’acqua è cristallina. Per raggiungerla si scende una lunga discesa con limitati parcheggi per le auto.

spiaggia di cavoli

La Fetovaia è una spiaggia vicino a Cavoli sempre di sabbia fine, molto frequentata. Il simbolo della spiaggia è un antico pino solitario sulla collina.

Un’altra spiaggia sempre di sabbia è quella di Lacona.

spiaggia di lacona

Marciana Marina è invece una spiaggia molto piccola ricca di pietre. Il paesaggio di questo paesino è molto caratteristico con il suo porticciolo e la Torre degli Appiani.

marciana marina

marciana marina

Dalla spiaggia di Barbarossa è possibile partire dalla spiaggetta e risalire una lunga passeggiata molto suggestiva dalla quale si intravede Portoazzurro.

barbarossa spiaggia

Tra Lacona e Porto Azzurro si può trovare Capoliveri, un altro paese molto carino per passeggiare tranquillamente tra le sue vie.

E infine un’altra famosa spiaggia molto bella è la spiaggia bianca, totalmente ricoperta di sassi bianchi ma con un’acqua pulitissima.

spiaggia bianca

La Festa della Madonna Nera di Monserrato a Porto Azzurro.

Tutti gli anni, all’inizio di Settembre si svolge, nella cittadina sul mare di Porto Azzurro, la consueta festa della Madonna di Monserrato.

porto azzurro

Anche lo scorso 5 Settembre 2015, la popolazione e i turisti hanno potuto assistere alla sfilata in costrumi medievali cinquecenteschi per il trasporto della Madonna Nera di Monserrato (un santuario a 3 km da Porto Azzurro) sino alla grande piazza di fronte al porto. Essendo stata in passato l’unica città dell’Elba dominata dagli spagnoli (e qui si può ancora vedere a monte la grande fortezza), la maggior parte dei costumi e specialmente le armature dei soldati erano tipici spagnoli. Inoltre ci sono stati gli sbandieratori degli Uffizi di Firenze ad offrire qualche minuto di vero spettacolo, nonostante il forte vento che insidiava la serata. Altre simulazioni di duelli con spade e lance e compagnie femminili in costume con danze medievali, hanno allietato la serata.

Consigli per chi vuole recarsi all’isola d’Elba

Leggendo questo diario di viaggio, avrete sicuramente intuito come l’Isola d’Elba possa offrire svariate possibilità di trascorrere la vacanza: un’infinità di spiagge per gli amanti del mare, molte passeggiate nella natura selvaggia e incontaminata, un sacco di borghi storici e paesini caratteristici da visitare. Io non ho ancora visitato questa stupenda isola, ma spero di trascorrerci presto una delle mie vacanze estive!!

Consiglio: fate attenzione al periodo in cui decidete di recarvi perchè in alta stagione i prezzi sono alle stelle!!

Written By
More from Cristina

Riva del Garda: sport e cultura sul lago di Garda

“Ecco, adesso ho conosciuto un’altra bella cittadina bagnata dal lago, baciata dal...
Read More