Oggi non vi parlo di viaggi, ma voglio farvi conoscere un cibo tipico dei paesi di montagna situati a pochi chilometri da dove vivo. Questo prodotto di cui voglio parlarvi è il pane valdostano.

Il pane della tradizione

Se vi recate in Valle d’Aosta quasi in tutti i ristoranti troverete questo pane gustosissimo. Un tipo di pane povero fatto con la farina di segale ma arricchito da frutta secca e disidratata che lo rende particolarmente ricco.
Girando nei paesi di montagna, l’ho trovato inoltre in vari ristoranti del trentino. Suppongo che sia una ricetta che si è sparsa nel nord Italia, ma l’origine è appunto valdostana.

Ho cercato in lungo e in largo la farina di segale ma senza risultati, ho perciò deciso di farlo con la farina integrale. Nelle vacanze di Natale mi impegnerò a cercare la farina di segale in modo da poterlo fare come vuole la tradizione.

Sono innamorata del pane valdostano, vi consiglio di assaggiarlo insieme ad un tagliere di salumi e formaggi. Si abbina bene con le carni, con la verdura e con le confetture, ma è buonissimo anche da solo. Potete darlo ai vostri bambini come merenda ma senza esagerare perchè è molto sano ma anche molto calorico.

Pane di segale con noci, fichi e uvetta

Se siete attrezzate del Bimby, come me, potete seguire direttamente questa ricetta, altrimenti basta impastare il tutto a mano e seguire la ricetta per le fasi di lievitazione. Con questi ingredienti potrete creare due pagnotte.

La ricetta

Ingredienti:
300 gr. farina 0
200 gr. farina di segale integrale (nel caso non la trovate potete usare la farina integrale)
270 ml acqua
10 gr. lievito di birra
15 gr. miele
30 gr. burro
1 cucchiaino di sale
100 gr. gherigli di noci
150 gr. fichi secchi
70 gr. uvetta

Mettere nel boccale l’acqua, il miele, il burro ed il lievito. Impostare: 1 minuto, 37°, velocità 1.
Aggiungere le farine ed il sale. Impostare: 4 minuti, velocità spiga.
Mettere il composto a lievitare fino al raddoppio in una ciotola coperta con pellicola trasparente e lasciare riposare per tre ore (mettere nel forno spento in modo che non ci sia umidità).

pane valdostano

Nel frattempo mettere nel boccale le noci e tritare con 1 colpo di turbo in modo che rimangano a pezzi. Tagliare in pezzi piccoli i fichi secchi. Mettere l’uvetta in ammollo in acqua tiepida per una ventina di minuti, poi sgocciolare bene e infarinare.
Tirare fuori il composto e metterlo su una spianatoia, dividerlo in due parti. Impastare le due pagnotte aggiungendo le noci, i fichi e l’uvetta. Amalgamare bene.

pane valdostano

Dare la forma di una pagnotta e metterle entrambe su una teglia ricoperta di carta da forno. Fare sopra dei tagli a griglia con un coltello. Mettere in forno spento e far lievitare ancora mezz’ora.
Cuocere in forno caldo a 200° per circa 40 minuti.

pane valdostano

Qualche consiglio

Una volta sfornato fate attenzione a non bruciarvi, adagiate il pane su un tagliere e tagliatelo a fettine.
Potete conservarlo per qualche giorno in un sacchetto di carta.
Assaggiatelo e sentirete che bontà.

Buon appetito!!