Mercatini di Natale a Montreux

In occasione della festività dell’8 dicembre abbiamo deciso, io e la mia famiglia, di andare con una gita organizzata a visitare i mercatini di Montreux, località svizzera affacciata sul lago di Ginevra.
Abbiamo optato per partire con l’agenzia viaggi per non avere troppe difficoltà nell’organizzazione e a conti fatti per spendere meno per il viaggio.

Una giornata di mercatini tra bancarelle, luci e profumi di spezie

Partiamo alle sei dalla stazione dei pullman e nel giro di poche ore arriviamo a Montreux, passando per il tunnel del Gran San Bernardo. La strada è abbastanza lineare, a parte l’ultimo tratto dopo il tunnel che è in collina quindi è presente qualche curva.

 Il castello di Chillon

Prima di arrivare a Montreux la guida decide di farci scendere al castello di Chillon per osservarlo da fuori. Percorriamo la strada che ci porta verso il castello, scattiamo un bel po’ di foto a questo splendido castello del XII secolo. Un edificio molto grande di architettura medievale eretto sul lago di Ginevra.
 castello chillon
All’interno di esso in occasione del periodo natalizio fanno una rappresentazione medievale con i personaggi vestiti con i costumi dell’epoca che ricostruiscono scene dei vecchi tempi.
Noi purtroppo per questione di tempo non riusciamo ad assistere a questo spettacolo.

Montreux: stupendi mercatini di Natale con vista lago

Riprendiamo il pullman e dopo dieci minuti siamo a Montreux. Scendiamo e iniziamo il giro della città muniti della mappa che ci ha fornito la nostra guida.
La città di Montreux sorge sul lago di Ginevra e proprio sulla sponda del lago si trovano i bellissimi mercatini di Natale. E’ una città semplice da girare anche perché se volete solo dedicarvi alle bancarelle sono proprio situate sulla sponda del lago e sulla strada principale di fronte ad esso. Non ci sono attrazioni turistiche particolari, è una classica cittadina situata sul lago, quindi all’interno del paese non aspettatevi nulla di particolare.
Partiamo quindi dai mercatini sul lago, oltrepassiamo l’insegna “Village du Marchè” e iniziamo il giretto, scorgendo le varie sculture che ci sono in giro per i giardini fronte lago.
Osserviamo le numerose bancarelle acquistando qualche oggettino, anche se è davvero costoso comprare qui.
Arriviamo alla piazzetta dove c’è la statua di Freddy Mercury, eretta in onore del grande cantante leader dei Queen, scomparso in questo paese in cui viveva da anni. Ovviamente scattiamo la foto con lui, poi continuamo il giretto.
Verso ora di pranzo entriamo nel mercato coperto il cui accesso si trova di fronte alla statua di Freddy.

Specialità locali dal gusto unico

Osserviamo i vari cibi locali e ci lasciamo incantare dai profumi, scegliamo di mangiare la tartiflette, una specialità di questa zona composta da: patate, cipolle, lardo e formaggio (fonduta di Reblochon).

Ci sediamo dentro ad un capannone chiuso, adibito per l’occasione, giusto per ripararci un po’ dal freddo… la tartiflette è buonissima, vi consiglio di assaggiarla se capitate da queste parti 🙂

Dopo pranzo mangiamo ancora qualche macarons che compriamo da una bancarella che ha tutti questi dolcetti coloratissimi esposti.
Continuiamo il giretto all’aperto e ci gustiamo un po’ di thè caldo e un buon vin brulè.
Nel pomeriggio finiamo di visitare le bancarelle lì attorno, tra cui una bellissima tenda mongola ricca di oggetti coloratissimi fatti di calda lana.
Ci spostiamo poi sulla strada principale per dare uno sguardo anche alle altre bancarelle che però osserviamo velocemente dato che c’è più gente e la strada è più stretta.

Passeggiando tra le vie del paese

Alla fine dei mercatini decidiamo di dare uno sguardo al paesino entrando un po’ nel cuore del paese, percorriamo a piedi la salita di Rue de Marchè, oltrepassiamo la ferrovia e percorriamo ancora un po’ di strada oltrepassando Rue Industrielle, ma dato il grande freddo e la scarsissima gente decidiamo di tornare indietro e rivedere i mercatini.
Diamo ancora uno sguardo ai prodotti assaporando alcuni brezel e i churros con cannella e cioccolata calda, facciamo un giretto in un centro commerciale lì vicino per scaldarci un pochino . . . la sera sta arrivando e il freddo anche.
Torniamo al pullman alle cinque per tornare a casa, passando accanto all’enorme ruota panoramica tutta illuminata.
Montreux mi è piaciuta veramente tanto, sia per la qualità dei prodotti venduti, sia per la grande scelta di cibi, sia per la bellezza di assaporare il Natale osservando il lago d’inverno.
Adoro i mercatini di Natale e l’atmosfera natalizia, devo ammettere che visitare questa città me l’ha fatta apprezzare pienamente.
Written By
More from Cristina

Il Piazzo di Biella

Oggi voglio parlarvi di un altro bellissimo posto nel biellese, il Piazzo...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.