Parigi e Disneyland in 3 giorni aspettando Natale

Abbiamo deciso di regalarci un viaggetto nel mese di Dicembre per gustarci l’atmosfera natalizia e quale miglior posto scegliere se non Parigi, la “Ville Lumiere”.
Abbiamo trovato un volo Ryanair in offerta a 24 € andata e ritorno a persona e abbiamo scelto di soggiornare all’hotel Ibis Cambronne, abbastanza vicino alla Tour Eiffel.

Parigi arriviamo!!

1° giorno:
Partiamo con la neve da casa diretti all’aereoporto di Caselle. Una volta arrivati in aereoporto ci prendiamo un caffè e verso mezzogiorno pranziamo in modo da essere poi pronti all’imbarco. Verso le 13 decolliamo. il viaggio va bene a parte la turbolenza che troviamo in fase di atterraggio (mai provata una sensazione simile).
Atterriamo all’aereoporto di Beauvais, si trova nella periferia di ma è molto comodo arrivare in centro con il servizio delle navette. Avevamo già comprato i biglietti in internet in modo da far veloce una volta atterrati. Saliamo infatti direttamente sulla navetta e in un’ora e mezza circa (c’è molto traffico) arriviamo a Parigi centro.
Alle 16:30 arriviamo al capolinea delle navette e accompagnati da un vento terribile ci rechiamo alla fermata del metro Port Maillot, prendiamo due ticket e ci dirigiamo a Charles de Gaulle Etoile, da qui diretti a Cambronne.
Durante il tragitto passiamo su un ponte e scorgiamo l’imponente Tour Eiffel, che sensazione magnifica!!


Mappa metro:

  • da PORT MAILLOT prendere linea gialla verso Chateau de Vincennes e scendere a CHARLES DE GAULLE ETOILE
  • da qui prendere linea verde per Nation e scendere a CAMBRONNE

Appena scesi a Cambronne, attraversiamo la strada ed entriamo in hotel.

Questo hotel è veramente molto carino, pulito, accogliente e in posizione veramente comoda, sia per l’accesso al metro che per le passeggiate di sera. Le camere sono parecchio piccole, soprattutto il bagno, ma sono molto pulite e con una vista mozzafiato sui palazzi parigini.

Mercatini di Natale con vista tour eiffel

La nostra camera è al quinto piano da cui si accede solo attraverso l’ascensore strisciando il proprio badge. Il tempo di posare le valigie e siamo già di nuovo in strada diretti alla Tour Eiffel. Ogni volta che la vedo provo questa sensazione: mi sembra di essere un sassolino in confronto a lei, enorme, imponente, perfetta. Starei ore a guardarla perchè ogni secondo provo un’emozione diversa!!

Questa volta rimango inoltre affascinata dallo spettacolo che si estende di fronte alla torre e risale fino al Trocadero: i mercatini di Natale, tante casette carinissime piene di prodotti tipici.

tour eiffel mercatini di natale

Ovviamente ci lanciamo subito a visitarli e ci mangiamo un Bretzel e un Tète blanche. Qui è presente una pista di pattinaggio magnifica con vista su Tour Eiffel e Parigi. Purtroppo non abbiamo il coraggio di lanciarci in pista onde evitare di romperci una gamba a chilometri di distanza da casa!!

Luci, addobbi e bancarelle sugli Champs Elysees

Passeggiamo fino all’Arco di Trionfo passando per l’Avenue Kleber, diamo un rapido sguardo agli Champs Elysees illuminati. In mezzo a tutto questo splendore il Natale è proprio nell’aria.

champs elysees natale

Visto che è ora di cena ci fermiamo a mangiare in un ristorantino carinissimo (proprio all’inizio degli Champs) fatto tutto di legno: Chez Clement. Appena entrati rimaniamo affascinati dal posto bellissimo e particolare: tavolini in legno, oggetti antichi e appendiabiti fatti con cucchiai arrugginiti (almeno credo siano appendiabiti, in ogni caso il mio piumino l’ho appeso lì 🙂  ). Prendiamo due menu composti da: insalata, pepsi, salsiccia e patatine. Molto buono e come prezzo nella norma, ve lo consiglio se volete mangiare negli Champs senza spendere un’eresia. Abbiamo poi scoperto che anche questo locale fa parte di una catena, come tanti locali a Parigi.

Una volta usciti dal locale, ci facciamo una passeggiata lungo gli Champs Elysees guardando i negozi e le luci tutt’attorno, molto suggestivo e romantico. Tutti gli alberi della strada sono illuminati e al centro della via sono presenti delle enormi palle di Natale blu che rendono l’atmosfera ancora più natalizia. Dopo queste illuminazioni, iniziavano i veri e proprio mercatini, anche qui tutte piccole casette di legno che vendono oggetti tipici e cibo. Mi ricordo ancora quei fantastici profumi invernali!!

In fondo al viale (Place de la Concorde) è stata fissata la ruota panoramica che solitamente si trova accanto al Louvre. Dopo aver dato uno sguardo pure a questa immensità, risaliamo gli Champs dall’altra parte e notiamo una carinissima pista di pattinaggio con altri mercatini. Torniamo a piedi fino all’hotel, è ora di riposare, il giorno seguente ci aspetta un’altra bella giornata.

Sveglia, colazione e direzione Montparnasse

2° giorno:
Il secondo giorno lo iniziamo facendo un’ottima colazione a Cafè Cambronne, proprio davanti al nostro hotel. Ci avviamo alla metro e andiamo a Tour Montparnasse, facendo un giretto lì intorno.

Mappa metro:

  • da CAMBRONNE prendere linea verde verso Nation e scendere a GARE MONTPARNASSE

Ci rechiamo ai meravigliosi Jardin de Luxembourg che meritano assolutamente di essere visitati. Giriamo un po’ lì intorno visitando varie chiese e osservando dall’esterno la biblioteca e la Sorbonne.

Dal quartiere latino ad Halles passando per l’Île de la Cité

Una volta arrivati al quartiere latino passeggiamo per le viuzze rimaendo incantati dalla bellezza di questo quartiere, una delle zone più belle di Parigi. Da qui cammianiamo fino ad arrivare a Notre Dame che non visitiamo dato che l’avevamo già vista la volta precedente.
Data l’ora di pranzo decidiamo di cercare un locale per mangiare e scegliamo l’Hyppopotamous, una catena di ristoranti dove si mangia principalmente carne e fritti (anche se prediligiamo sempre il mangiare sano, per una volta sgarriamo).
Finito il pranzo diamo uno sguardo al Forum des Halles che si trova proprio attaccato al locale. Passiamo inoltre accanto al Centre Pompidou e prendiamo la metro per la Dèfense.

Mappa metro:

  • dalla fermata RAMBUTEAU prendere linea viola verso Chatelet e scendere a CHATELET
  • prendere linea gialla verso La Dèfense e scendere a LA DEFENSE

Clima natalizio alla Defense

Usciamo dalla metro sbucando in un bellissimo centro commerciale: CNIT. Appena usciti da qui, ci imbattiamo nei mercatini, posti proprio nella piazza davanti al Grande Arche. Decidiamo di gustarci altri due tète come dolcetto, gnam 🙂
Questi mercatini sono tra i più belli e grandi di Parigi, molto carini come oggetti ma sinceramente ho trovato più emozionanti quelli visitati in precedenza per le atmosfere tipiche immerse nella Parigi classica.

Nel pomeriggio ci spostiamo sempre con la metro fino alla Galleria Lafayette. Appena entrati veniamo travolti dalla gente, anche perchè nel frattempo ha iniziato a piovere. Questo centro commerciale multipiano è sfarzoso, pieno di grandi marchi ed è fatto come un teatro. La cosa che più mi ha colpito è il gigantesco albero natalizio al centro, una vera opera d’arte.

lafayette natale

Prima di cena usciamo e passeggiamo un po’ nelle vie intorno fino a fermarci a cenare in un piccolo locale che ci colpisce: FLAM’S, un’altra catena di ristoranti in cui si mangiano delle schiacciate buonissime!!
Dopo cena torniamo agli Champs Elysees per trascorrere la serata e poi ci dirigiamo all’hotel.

Divertimento per tutti a Disneyland Paris

3° giorno:
La meta di oggi è: DISNEYLAND PARIS!!
Ci alziamo presto, facciamo colazione e andiamo alla fermata del metro di Cambronne, compriamo due biglietti per la RER e ci rechiamo a Disneyland.

Mappa metro:

  • da CAMBRONNE prendiamo la linea verde verso Nation e scendiamo a NATION
  • prendiamo la RER linea rossa A e scendiamo a Marne-la-Vallèe-Chessy (l’ultima fermata)

Avendo già comprato i biglietti su internet, andiamo direttamente alla cassa per avere i ticket ed effettuiamo l’accesso al parco.

Come è suddiviso il parco divertimenti

Percorriamo la MAIN STREET fino ad arrivare in centro al parco e da qui decidiamo di affrontare il parco zona per zona. All’ingresso vi daranno una comoda mappa del parco in modo da poter decidere subito come affrontare le attrazioni.

Parco Disneyland:

  • ADVENTURELAND
  • FRONTIERLAND
  • FANTASYLAND
  • DISCOVERYLAND
mappa disneyland paris

Le attrazioni da non perdere

Si inizia con ADVENTURELAND dove visitiamo la capanna di Robinson, poi ci spostiamo ai Pirati dei Caraibi e ci gustiamo tutte le varie scenografie.
Ci dirigiamo in FRONTIERLAND e dopo una lunga coda saliamo sul treno impazzito di Big Thunder Mountain.
Da qui decidiamo di prendere il treno che percorre il parco e scendere a DISCOVERYLAND. Dopo un’estenuante coda riusciamo a salire sulle navette di Buzz Lightyear Laser Blast e spariamo a tutti i mostri nelle varie scenografie 🙂
Dato che è ora di pranzo, decidiamo di andare a mangiare nella zona FRONTIERLAND al Fuente Del Oro, un fast food messicano nel quale mangiamo tortillas e churros molto buoni!!

fuente del oro

Dopo esserci rimpinzati è ora di rimetterci in cammino, scegliamo di rimanere in questa zona e di entrare a Phantom Manor, una villa un po’ inquietante in stile vittoriano. Non vi dico niente a riguardo, ma vi consiglio di non lasciarvela sfuggire perchè è l’attrazione che mi è piaciuta di più!!

Ritorniamo a DISCOVERYLAND e facciamo un giro di pista in Autopia, molto carina questa giostra, dopodichè visitiamo il Nautilus, molto suggestivo.
Ci spostiamo verso l’ultima zona da visitare: FANTASYLAND, quella dedicata ai bambini e alle fiabe. Molto bella anche per i grandi 🙂
Visitiamo subito il castello della Bella Addormentata, seguito dalla Tana del Drago: incantevole!! Attraversiamo il passaggio incantato di Aladdin e saliamo sulle giostre di Biancaneve e Pinocchio.

Intorno alle 16:30 ci spostiamo verso il centro del parco perchè è l’ora della parata dei personaggi Disney. Mi è piaciuta molto perchè è simpatico vedere tutti i personaggi dei cartoni e non vi porta via troppo tempo. Super consigliata!!

Dedicare del tempo a Walt Disney Studios

Dato che avevamo comprato il biglietto giornaliero per i due parchi, ci spostiamo verso l’altro parco: WALT DISNEY STUDIOS. Questo parco è più improntato al cinema e agli effetti speciali.
Dato il poco tempo a disposizione, facciamo solo Studio Tram Tour e Armageddon nel quale hanno ricreato dei momenti particolari come se fossero reali.

Ancora qualche giostra e cena in un locale a tema

Verso le 19:00 facciamo ritorno a Disneyland Park nella zona FANTASYLAND dove saliamo su Peter Pan Flight, un’altra attrazione che consiglio vivamente. Durante il giro vi sembrerà di volare veramente!!
Infine saliamo sulla barchetta di “It’s a small world” che ci mostra come viene festeggiato il Natale nei vari paesi del mondo.

E’ ora di cena ed entriamo in un locale che ci ispira: The lucky nugget saloon.

the lucky nugget saloon

Appena messo piede all’interno mi si è subito piaciuto perchè sembra un teatro dell’opera. Appena entrati fanno scegliere il menu e poi fanno accomodare al tavolo. I tavoli sono dei lunghi banconi in cui ci si siede e si mangia guardando verso il palco in basso. Locale veramente splendido!!
Anche se non ce ne andremmo più via da questo parco stupendo, ormai si è fatto tardi, è ora di prendere la RER e tornare all’hotel.

Consiglio a tutti Disneyland Paris, sia alle famiglie che alle coppie. Il divertimento è assicurato!!

Il giorno successivo ci svegliamo, riprendiamo in mano le valigie e con un po’ di tristezza saliamo sulla navetta che ci porterà all’aereoporto e poi a casa.

Nel cuore mi porto dietro tante belle emozioni, ricordi di Parigi, questa splendida città, che nessuno potrà mai cancellarmi.

 
Written By
More from Cristina

Gressoney-Saint-Jean: un’oasi verde con vista sul Monte Rosa

La Valle d’Aosta è una regione fantastica e ogni volta che la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.