Saint Paul de Vence: il borgo degli artisti

Saint Paul de Vence è uno stupendo borgo della Costa Azzurra che ha il potere di ammaliare le persone e farle innamorare dei suoi invidiabili scorci. Passeggiare tra le sue stradine in pietra osservando le tipiche casette e le piccole botteghe rilassa e ha il dono di portare indietro nel tempo. Sì, proprio così, Saint Paul de Vence è un borgo d’altri tempi.

Una giornata a spasso per Saint Paul de Vence, il borgo degli artisti

Saint Paul de Vence è un gioiellino fortificato che racchiude secoli di storia fra le sue mura. Posto tra Montecarlo e Cannes, è la meta ideale per gli amanti dei piccoli borghi in pietra, delle viuzze strette ciottolate e degli scorci suggestivi.

saint paul de vence fontana

Un borgo amato dagli artisti e dagli intellettuali del secolo scorso che conserva ancora un fascino unico nel suo genere. Matisse, Chagall, Picasso e Jacques Prévert sono solo alcuni importanti nomi che passarono da Saint Paul de Vence in cerca di ispirazione.

Benvenuti a Saint Paul de Vence

Arriviamo al mattino a Saint Paul de Vence, quando ancora i turisti non girano per le stradine e si possono scattare fotografie bellissime con l’azzurro mare sullo sfondo. Possiamo così visitare il borgo in silenzio, osservando gli scorci che altrimenti sarebbero invasi di gente ed entrando nelle botteghe artigianali per acquistare qualche regalino da portare a casa. Inoltre è l’orario migliore anche per girare con i bambini e per lasciarli liberi di esplorare questo posto, con una sorveglianza più rilassata da parte dei genitori.

saint paul de vence piazza

saint paul de vence

Cosa vedere nel borgo

Ci avviciniamo a piedi al paese fortificato e incontriamo la place Charles de Gaulle con lo storico campo da bocce (La Pétanque) situato fuori le mura.

saint paul de vence chiesa

saint paul de vence piazza

Proseguiamo e attraversiamo la Porte de Vence, l’antica porta, per entrare nel paesino. Da qui possiamo iniziare la nostra avventura tra le stradine ricche di botteghe dalle insegne uniche e dagli invitanti prodotti, le porticine in legno delle case, i vasi di piante. Tutto è curato nei minimi dettagli per far risaltare il villaggio al massimo del suo splendore.

saint paul de vence panorama

saint paul de vence vicolo

Botteghe, atelier d’arte ed enoteche

Mentre passeggiamo, non troviamo i classici negozi di souvenir, ma atelier, gallerie d’arte e botteghe di qualità che vendono prodotti artigianali tipici come ceramiche, oggettini al profumo di lavanda e tessuti pregiati.
Sono inoltre presenti negozi che vendono prodotti gastronomici ed enoteche. Per gli amanti dei vini francesi, suggerisco di visitare la deliziosa cantina “La Petite Cave de Saint Paul”.

Se visitate il borgo con i bambini, vi consiglio di portarli all’interno del coloratissimo negozio “La Cure Goumande” per fargli scegliere un dolcetto: biscotti al burro, cioccolato di qualità e simpatiche confezioni di caramelle. Sono certa che fare un giro in questo piccolo paese dei balocchi li renderà felici.

saint paul de vence borgo

saint paul de vence atelier

Chiese e mostre d’arte

Una volta in cima, possiamo vedere il campanile della chiesa della Conversion de Saint-Paul e trovarci nella piazza dove si può osservare l’antico torrione del castello che è diventato il municipio di Saint-Paul e la cappella des Pénitents Blancs decorata dall’artista Jean-Michel Folon. Proprio questa cappella ospita le opere di Jean-Michel Folon, pittore e scultore belga che trascorse qui più di trent’anni della sua vita.

saint paul de vence borgo

saint paul de vence chiesa

Se siete amanti dell’arte, visitate la cappella e non dimenticate inoltre la Fondation Maeght che raggruppa importanti opere di artisti del calibro di Chagall e Mirò. Un bel museo di arte moderna e contemporanea dalla particolare struttura architettonica e con un giardino pieno zeppo di opere d’arte.

Passeggiando per il paese vi capiterà sicuramente di imbattervi in qualche opera d’arte sparsa qua e là, la maggiore parte di esse realizzate in ferro.

saint paul de vence sculture

saint paul de vence sculture

Quando visitare il borgo e dove soggiornare

E’ possibile visitare il borgo in qualunque momento dell’anno. Se posso darvi un consiglio, sceglierei la primavera, come ho fatto io, che con la sua aria delicata vi accompagnerà tra le viuzze. Essendo un borgo in pietra è abbastanza umido, quindi non opterei per i periodi troppo freddi.

saint paul de vence borgo

Hotel di charme nel borgo o b&b fuori dalle mura?

Vi consiglio di visitare il borgo al mattino presto per evitare l’affollamento di turisti, passeggiando con tranquillità in un borgo da favola.
Se desiderate sostare all’interno del borgo, potete trovare hotel di charme e appartamenti in location suggestive e pittoresche, come “La Colombe d’Or”, “l’hotel Le Saint Paul” e “l’Hostellerie della Fontaine”. Non aspettatevi però di spendere poco. Per questo vi suggerisco di sostare in una soluzione al di fuori del borgo. In questo modo potrete trovare hotel o camere molto carine, curate, spendendo meno e godendovi la tranquillità che molte volte i turisti non permettono.

saint paul de vence vicolo

Spero di essere riuscita a farvi capire quanto è bello questo borgo. Vi do un consiglio da amica: appena potete andate a visitarlo e, mentre siete in Costa Azzurra, ricordatevi che non potete vedere Saint Paul de Vence senza aver visto, prima o dopo, Eze Village, entrambi due gioiellini della Costa Azzurra.

Written By
More from Cristina

In giro per Vercelli tra arte e ricordi

Decidiamo di trascorrere un pomeriggio un po’ diverso andando a fare due...
Read More

4 Comments

  • Che luogo incantevole! Da inserire assolutamente nella mia lista viaggi. Non conoscendolo, ti ringrazio per avermelo fatto scoprire.

  • Sono felicissima che ti sia piaciuto leggerlo, mi fa sempre piacere quando riesco a colpire nel segno le persone con le parole per farli innamorare di un posto, a tal punto di non veder l’ora di visitarlo 🙂 grazie!!

  • Non sai quanto daremmo per poter vivere un mesetto in un borgo così: quanta ispirazione e quanta magia in quelle viuzze! Il problema, come giustamente dici anche tu Cristina, è che spenderemmo un patrimonio! 🙂
    Niente, ci accontenteremo di una toccata e fuga, ma sarà una fuga romantica di quelle indimenticabili: dopo aver visto le tue foto ne sono ancora più convinto! 😉
    Un abbraccio e buon inizio settimana!

  • Hai ragione, sarà sicuramente un weekend romantico quello che trascorrerete qui. Sono contenta che il racconto e le foto vi siano piaciute tanto da farvi venir voglia di visitarlo. Buona serata ragazzi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.